Le novità principali dell’Apple WWDC 2020, tra widget e processori

Ieri Apple ha presentato – tramite l’evento WWDC 2020 – le sue prossime novità a livello di software e, in parte, di hardware. Le cose di cui parlare sarebbero parecchie, ma abbiamo selezionato quelle più interessanti, a partire dai widget per arrivare ai processori.

Le notizie che hanno destato maggiormente l’attenzione degli osservatori e dei fan sono infatti quelle legate a iOS 14, la nuova versione del sistema operativo per gli iPhone. Verranno finalmente introdotti i widget – già presenti da tempo su Android – che potranno essere piazzati anche nella schermata Home e ridimensionati a piacimento.

Le novità dell'Apple WWDC 2020
Inoltre è stata aggiunta anche la funzione App Library, che permetterà di raggruppare le applicazioni del telefono in maniera automatica, secondo nuclei tematici o secondo l’utilizzo che ne facciamo. Infine, è stata migliorata l’integrazione con le auto e verrà finalmente introdotta anche la modalità Picture-in-Picture per continuare a vedere un video facendo altro.

Altre novità in velocità riguardano gli iPad, in cui verrà migliorata la possibilità di scrivere con l’Apple Pencil, e gli AirPods, che si assoceranno automaticamente al device che state usando in quel momento. L’Apple Watch, inoltre, terrà presto traccia anche del ballo e del sonno.

Per quanto riguarda i computer Mac, arriverà una nuova versione del sistema operativo – chiamata Big Sur – che implementerà anche lì molte delle funzioni di iPhone e iPad. La novità più importante è che però Apple abbandonerà i chip Intel in favore di processori Apple fatti in casa, che permetteranno così di eseguire nativamente anche le app di iPhone e iPad.