Olga Misik, la ragazza che protesta in Russia leggendo la Costituzione

Il nome di Olga Misik vi giungerà sicuramente nuovo. D’altronde, è una ragazza di solo 17 anni, ma è anche il nuovo simbolo delle proteste contro Putin in Russia. Un simbolo non violento, visto che la giovane non ha manifestato lottando contro i poliziotti, ma semplicemente leggendo dei brani della Costituzione russa.

Le foto che l’hanno immortalata risalgono allo scorso 27 luglio, quando la Misik ha partecipato a una manifestazione di protesta contro il presidente russo, a causa dell’ulteriore stretta alle libertà politiche in vista delle elezioni comunali di Mosca.

Sul momento gli agenti – che quel giorno hanno arrestato 1.400 manifestanti – sono rimasti interdetti da questa ragazzina, che, sicura di sé, si è posizionata a terra e si è messa a leggere gli articoli della Costituzione che sanciscono le libertà di assemblea e di parola.

Successivamente però la ragazza è stata fermata dai poliziotti e detenuta per un giorno, con l’accusa di aver partecipato a una manifestazione non autorizzata. Per la Misik non si trattava comunque del primo fermo: in questa stagione di proteste era stata bloccata dagli agenti già altre tre volte.

I giornali internazionali hanno raccontato che la Misik è una sostenitrice di Aleksej Naval’nyj, l’avversario di Putin escluso dalle TV che però ha trovato spazio sul web. Anche in famiglia, però, la situazione sembra tesa: la ragazza ha raccontato che il padre è un ammiratore di Putin, che, a suo dire, «ha riportato ordine dopo il caso degli anni ’90».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here