La prima pagina del New York Times per le vittime del Covid-19

Tutto il mondo, ieri, ha gettato gli occhi sul New York Times. Una cosa che avviene spesso, si dirà, visto che la testata americana è una delle più prestigiose al mondo. Ma ieri c’era un motivo in più: la prima pagina del giornale è stata infatti interamente dedicata a ricordare le vittime del Covid-19.

Il quotidiano, come potete vedere anche qui di seguito, ha mostrato un titolo semplice, a sei colonne: «U.S. deaths near 10,000, an incalculable loss». Ovvero: «Le morti negli Stati Uniti vicine a 10.000, una perdita incalcolabile».

La prima pagina del New York Times dedicata ai morti da coronavirus
Ed in effetti, subito sotto al titolo d’apertura, il giornale ha spiegato cosa intendeva dire, mostrando i nomi di una parte di quelle vittime, con l’elenco che poi continuava nelle pagine interne. Accanto al nome, il giornale ha segnalato anche qualche parola per ricordare ognuna delle persone indicate.

Ad esempio, in una c’era scritto «direttore d’orchestra con un orecchio formidabile»; in un’altra «imprenditore e avventuriero» e così via. Il quotidiano ha anche voluto dedicare una pagina del proprio sito a spiegare i motivi di una scelta così inusuale e allo stesso tempo forte.

La decisione è stata apprezzata da milioni di lettori in tutto il mondo, come un doveroso omaggio alle vittime ma anche come un tentativo di non ridurre quelle persone a numeri, come purtroppo si è portati a fare quando si ragiona di statistiche.