Cinque programmi (gratis) per fotografi professionisti

I migliori programmi gratis per fotografi professionisti

Che siate fotografi professionisti o dilettanti con, però, grandi ambizioni, avete sicuramente bisogno non solo di una grande macchina fotografica ma anche di un software adeguato, cioè di svariati programmi che vi permettono di ottimizzare le vostre fotografie. Oggi vi diamo una mano, perché vi presentiamo cinque programmi gratis per fotografi professionisti.

Non esistono, infatti, solo software costosissimi, che vi costringerebbero a pagare un occhio della testa. Sul mercato, per fortuna, esistono alternative più che valide senza dover sborsare un euro. Abbiamo raccolto qui di seguito le cinque più interessanti, a partire da GIMP, che da sempre è il migliore sulla piazza.

 

1. GIMP

Come vi abbiamo già anticipato nell’introduzione, non c’è dubbio che GIMP sia il software numero uno in questo settore. Disponibile per Windows, MacOS e Linux, è completamente gratuito e può rivaleggiare alla pari con Adobe Photoshop, il miglior software in questo campo tra quelli a pagamento.

In breve
Disponibile per tutte le piattaforme
Il più potente della lista
È open source
La curva di apprendimento è ostica
Sito ufficiale

L’unico vero problema di questa applicazione lo vogliamo dire subito: non è affatto semplice da usare. La curva di apprendimento, infatti, è piuttosto ostica e, come d’altronde per Photoshop, bisogna applicarsi con impegno per riuscire a superarla.

D’altronde GIMP – il cui nome sta per GNU Image Manipulation Program – è un software professionale, che consente di fare moltissime cose ma che allo stesso tempo bisogna essere in grado di usare. Quindi al suo interno troverete i layers, le maschere, le curve e decine di altri strumenti che vi permetteranno di perfezionare i vostri scatti.

Una schermata di Gimp
Si possono inoltre apportare correzioni anche automatizzate, creare i propri pennelli personalizzati, modificare la prospettiva degli scatti e isolare aree dell’immagine con strumenti di selezione intelligenti. Insomma, ci si può fare tantissima roba e di anno in anno, anzi, il software migliora grazie all’ampia comunità di sviluppatori.

Infine, due chicche: da un lato, come forse avrete già intuito, GIMP è un software open source, e questo dovrebbe far contenti quelli di voi che fanno il tifo per il software libero; dall’altro è possibile installarvi anche i plugin pensati per Photoshop.

 

2. Canva

A dire la verità, per elaborare le foto non c’è neppure bisogno di scaricare un’applicazione e installarsela sul computer. Oggigiorno è anzi possibile fare tutto sul web, grazie a browser e server in remoto che supportano molte funzionalità. Per questo nella nostra lista figura anche Canva, un software che è in realtà, appunto, un sito.

In breve
Web app
Orientato alla grafica
È disponibile anche su mobile
Mancano strumenti avanzati
Il sito

La piattaforma offre una versione gratuita dotata di moltissime funzionalità, più alcune forme di abbonamento per chi ha bisogno di sfruttare al meglio tutte le possibilità. In ogni caso, anche la versione Pro costa pochi euro al mese ed è alla portata davvero di tutti.

Più che per la fotografia in sé, però, la piattaforma è pensata per il design e la grafica: si parte sempre dalla foto ma l’obiettivo è costruire poster, depliant, grafiche per siti e immagini per i social network. Per questo molti degli effetti disponibili riguardano il testo, la tipografia, i filtri e quant’altro.

Canva permette di lavorare sulle foto direttamente tramite il browser web
Sempre per questo motivo, mancano alcune funzionalità avanzate dei programmi di fotoritocco, come le selezioni intelligenti o una vasta gamma di pennelli. Però è possibile lavorare sui colori, sul contrasto, sulla saturazione e soprattutto i controlli sono molto intuitivi.

Il punto di forza di Canva, infatti, è soprattutto la semplicità di utilizzo: sono già presenti molti template e modelli da cui partire per costruire la propria grafica, e anche le funzioni sono letteralmente a portata di mouse, quasi automatizzate. In più Canva è disponibile anche per cellulare con più o meno le stesse potenzialità.

 

3. Fotor

Anche Fotor, come Canva, funziona all’interno del browser e quindi può essere utilizzato sia che si abbia un computer Windows, un Mac o si preferisca Linux. A differenza di Canva, però, qui il focus è effettivamente centrato sulle fotografie.

In breve
Web app
Buoni filtri
Può lavorare più foto in contemporanea
Mancano strumenti avanzati
Il sito

Sono a disposizione infatti filtri di ottimo livello e la lavorazione delle immagini è veramente professionale, con anche la capacità di esportare poi il prodotto finito in alta risoluzione. Quello che manca, casomai, sono alcuni strumenti avanzati, come quelli di correzione o di clonaggio.

Insomma, lo strumento è un buon compromesso che offre diverse funzionalità senza farvi perdere la testa dietro a strumenti complessi e che necessitano di una curva di apprendimento piuttosto elevata. I risultati sono comunque più che adeguati e saranno soddisfacenti per la gran parte dei fotografi.

L'interfaccia di Fotor, programma di fotoritocco online e gratuito
In più c’è una funzione molto interessante che manca invece in altri editor: la lavorazione di diverse immagini tutte in una volta. Così, soprattutto se avete una scheda di memoria piena di scatti, è possibile caricarli tutti sull’app, in modo che Fotor li elabori tutti in una volta, applicando gli effetti e le modifiche desiderate.

Questo permette indubbiamente di risparmiare molto tempo quando si ha bisogno di un’ottimizzazione generale, senza stare tanto a questionare su ogni singola foto. E poi, ovviamente, è tutto gratis.

 

4. Pixlr X

Concludiamo la panoramica sulle web app, che sono ormai lo standard non solo per il fotoritocco ma anche per molti altri software, con Pixlr X, ovviamente disponibile, come gli altri, sempre per Windows, MacOS o Linux, all’interno di un qualsiasi browser moderno.

In breve
Web app
Bella interfaccia
Usa HTML5
Limitazioni sulle foto più grandi
Il sito

Dalla sua, Pixlr X vanta una lunga esperienza sul mercato, visto che è l’erede di Pixlr Editor, uno dei primissimi editor online gratuiti per fotografie, che ha fatto innamorare molti utenti nel corso degli anni. Questa nuova versione, comunque, presenta dei miglioramenti anche dal punto di vista del design e dell’interfaccia.

All’interno dell’editor si può lavorare sui colori e sulla saturazione delle fotografie, si può correggere l’effetto di sfocatura e si possono applicare diversi effetti e cornici. Forse mancano alcune delle funzionalità che furono di Pixlr Editor, ma grossomodo c’è tutto quello che serve.

L'interfaccia di Pixlr X
Inoltre, una cosa che a volte manca nei rivali e invece qui c’è è il supporto ai layers, cosa importante quando si vanno a fare molte modifiche alle foto.

Basato su HTML5, funziona bene e con discreta leggerezza su qualsiasi browser anche se, alla lunga, può anch’esso mostrare qualche limitazione, soprattutto sulle immagini particolarmente pesanti e grandi dal punto di vista dei pixel.

 

5. PhotoScape X

Concludiamo con un software più tradizionale come PhotoScape X, disponibile sempre gratuitamente per Windows e Mac e capace di gestire diversi formati di fotografia. L’aspetto più intrigante, infatti, è che riesce a convertire anche i file Raw, spesso usati proprio dei fotografi professionisti.

In breve
Adatto per i social network
Riesce a gestire i file Raw
Per Windows e Mac
Interfaccia inusuale
Sito ufficiale

A prima vista il software può sembrare abbastanza semplice ma, man mano che si impara ad usarlo, se ne possono scoprire le funzionalità più avanzate. Ad esempio è capace di creare delle GIF animate, si possono fondere o dividere le fotografie e ci sono anche funzioni più strane come quelle relative ai grafici o ai pentagrammi.

La cosa che un po’ disorienta è però soprattutto l’interfaccia. Pare quasi che i programmatori abbiamo fatto di tutto per differenziarsi da Photoshop e questo ha reso il programma certamente originale ma allo stesso tempo rende meno intuitivo l’utilizzo dei vari strumenti, che non sono sempre dove ti aspetteresti.

PhotoScape X per Mac
Sviluppato in Corea, il software cerca anche un approccio divertente davanti alle pratiche del fotoritocco, permettendo anche di aggiungere fumetti, effetti grafici particolari e vivaci, molto adatti soprattutto per i social network.

In ogni caso non mancano anche i filtri avanzati e, ad esempio, la possibilità di processare diverse foto in contemporanea.

 

E voi, quale programma per fotografi preferite?

 

Conosci altri programmi gratuiti per fotografi? Segnalali nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here