Quentin Tarantino pensa a uno Star Trek in stile Pulp Fiction

Come saprete, da tempo Quentin Tarantino va in giro a dire di voler dirigere, in tutto, dieci film prima di ritirarsi dalla regia. C’era una volta a… Hollywood, che uscirà a breve in tutto il mondo, è il suo nono, e quindi da tempo ci si chiede quale sarà il presunto ultimo tassello di una carriera formidabile. Lo stesso regista ha rilasciato in questi giorni un’intervista in cui lancia un’ipotesi: potrebbe essere un film di Star Trek.

Quentin Tarantino al Festival di Berlino nel 2009 (foto di Siebbi via Wikimedia Commons)
Quentin Tarantino (foto di Siebbi via Wikimedia Commons)

Tarantino è infatti sempre stato appassionato della serie, in particolare di quella classica, e soprattutto sarebbe stato coinvolto da J.J. Abrams nel concept di un nuovo capitolo della saga interstellare. Tarantino ne ha letto il copione, già scritto da Mark L. Smith, e pare esserne rimasto fulminato.

Il regista ha confermato che lavorerà al progetto, portando qualche sua idea per migliorare la sceneggiatura e rendere il film ancora più spettacolare. In realtà però, al di là delle provocazioni, non è ancora chiaro quale sarà il suo compito. Potrebbe, cioè, dirigere il film o anche semplicemente produrlo.

 
La trama si dovrebbe ispirare ad un noto episodio della serie classica, il diciassettesimo della seconda stagione, in cui Spock e il capitano Kirk finivano per trovarsi in un mondo che assomigliava incredibilmente alla Chicago degli anni ’20.

Questo spunto, a sentire Tarantino, darebbe l’occasione per portare Star Trek su binari nuovi. Pur esaltandone la tradizione, infatti, il regista afferma che vorrebbe realizzare un film sì di fantascienza, ma che assomigli anche a Pulp Fiction e a Il mucchio selvaggio. Vedremo.