Reclutano l’inserviente come portiere e vincono la gara in NHL

Lo sport professionistico americano è molto selettivo: lì girano molti soldi e lì si confrontano i più bravi giocatori del mondo. A volte, però, anche i più grandi atleti si infortunano e per far numero c’è bisogno di reclutare in fretta qualche volontario. Come l’inserviente Dave Ayres, che ha esordito in NHL a 42 anni.

Qualche giorno fa il campionato di hockey su ghiaccio del Nord America prevedeva infatti lo scontro tra i Toronto Maple Leafs, importante squadra canadese, e i Carolina Hurricanes. Questi ultimi giocavano fuori casa e per una serie di circostanze ad un certo punto della partita si sono ritrovati con entrambi i portieri infortunati.

A questo punto per continuare a giocare c’era bisogno di trovare in fretta un sostituto. E l’hanno individuato appunto in Dave Ayres, dipendente dei Toronto Maple Leafs che di mestiere guida la macchina del ghiaccio, quella usata a fine partita per tirare a lucido il campo.

Ayres, quarantaduenne e con un trapianto di rene alle spalle, non aveva mai giocato in un campionato professionistico, ma ha accolto volentieri la sfida. Ha difeso così la porta per mezz’ora offrendo tra l’altro un’ottima performance: è riuscito a bloccare 8 dei 10 tentativi a rete della squadra di Toronto.

La sua prestazione è stata quindi decisiva nella vittoria degli Hurricanes, che si sono imposti per 6-3. Nonostante abbia giocato con gli ospiti, Ayres è stato applaudito dal pubblico e adesso gli Hurricanes creeranno anche una maglietta speciale e celebrativa col suo nome. I proventi saranno, per volontà di Ayres, devoluti in beneficenza.