Sorpresa: durante Rangers-Blackburn parte un video porno

Il calcio estivo spesso è piuttosto noioso: le squadre sono ancora in fase di rodaggio, la forma fisica è ben lontana dall’essere ottimale e il risultato non conta più di tanto. Per questo le partite di solito, viste in TV, possono avere poca attrattiva. In Gran Bretagna però si potrebbe dire che sanno come ravvivare l’ambiente: la recente amichevole tra Rangers Glasgow e Blackburn Rovers è stata infatti inframezzata addirittura da un video porno.

La partita serviva soprattutto alla squadra scozzese, il cui campionato inizierà il 4 agosto prossimo (la Premier League invece prenderà avvio la settimana successiva, il 9). Anche per questo erano perlopiù i suoi tifosi a seguire l’incontro, chi allo stadio, chi da casa tramite l’emittente ufficiale del team.

Uno dei tweet riguardanti l'hackeraggio del canale dei Rangers Glasgow
Proprio su Gers TV si è consumato, però, il misfatto. Al 20′ del primo tempo la partita si è misteriosamente interrotta e sullo schermo degli abbonati è comparso per qualche secondo qualcosa di completamente diverso dal calcio. Ovvero un inequivocabile video porno.

A fine partita la società dei Rangers è intervenuta sulla questione, chiedendo scusa ai supporter e spiegando che lo streaming ha subito un attacco da parte di un hacker. Il ticket per vedere la partita in TV, tra l’altro, non era costato pochissimo ai tifosi scozzesi: 12 sterline, pari a circa 13,50 euro.

Il costo così elevato per una sola partita, oltretutto amichevole, ha portato quindi i tifosi a sfogarsi sui social network quando il sistema non ha funzionato, usando parole non sempre ripetibili. Per la cronaca, la partita tra le due squadre si è poi conclusa sul risultato di 1-1.