Taylor Swift ha vinto il premio di artista del decennio

Domenica scorsa negli Stati Uniti sono stati assegnati gli American Music Awards del 2019. Tra i tanti riconoscimenti, bisogna segnalare quelli per Taylor Swift, che è stata nominata artista del decennio e ha raggiunto quota 29 statuette, frantumando il record precedente di Michael Jackson.

La Swift, infatti, è stata anche nominata artista dell’anno davanti a Halsey, Post Malone, Ariana Grande e Drake, mentre il suo album Lover si è aggiudicato il titolo di miglior disco pop/rock. In più, come detto, è arrivato il premio per il decennio, nonostante l’ancor giovane età (la Swift compirà 30 anni a dicembre).

Taylor Swift in uno dei suoi videoclip
Tra gli altri premiati della manifestazione bisogna inoltre segnalare la giovane Billie Eilish, miglior nuova artista, Halsey per il brano Without Me e Khalid per l’album Free Spirit. Sul palco della cerimonia, inoltre, si sono esibite anche Selena Gomez e Shania Twain.

Il discorso di accettazione della Swift è stato piuttosto sobrio, contrariamente alle attese. Nei giorni scorsi, infatti, la cantante aveva infiammato i social network con una pesante polemica a distanza, perché i diritti dei suoi primi sei album sono stati recentemente comprati da Scooter Braun, produttore con cui in passato ha avuto pesanti screzi.

La Swift ha quindi annunciato che avrebbe presto re-inciso tutti i suoi vecchi dischi, in modo da togliere a Braun l’arma di un ricatto commerciale, mentre il produttore ha risposto all’inizio vietandole di cantare i vecchi brani sul palco della manifestazione. Quando i fan della Swift l’hanno saputo hanno però cominciato a minacciarlo, e l’ok è infine arrivato.