Come forse sapete, nelle Università italiane le Facoltà non esistono più. Sono state abolite nel 2010 dalla riforma Gelmini, e sostituite, almeno in parte, dai Dipartimenti universitari. In realtà, nel linguaggio comune e a volte anche nell’organizzazione dei vari atenei le Facoltà continuano in parte a sopravvivere, magari con sigle solo lievemente più complesse. Così, quando uno studente sta per finire le scuole superiori e deve decidere a quale corso di laurea iscriversi, cerca prima di tutto informazioni proprio sulle Facoltà.

D’altronde, questa istituzione ora scomparsa è veramente utile per orientarsi. E per capire, quantomeno, in quale settore ci si vuole formare. Per questo motivo abbiamo analizzato la struttura di tutte le principali Università del nostro paese e abbiamo cercato di identificare tutte le Facoltà universitarie, raggruppandole sotto un’etichetta il più possibile comune. Ne è venuto fuori un corposo elenco che vi proponiamo qui di seguito. Usatelo e, se ne avete voglia, votate le Facoltà che amate di più.

Se poi volete approfondire l’argomento, potete leggere questi nostri articoli al riguardo:
Le cinque Facoltà e corsi che offrono più lavoro dopo la laurea
Cinque prestigiose Facoltà di Architettura in Italia


Vieni a votare anche nei nostri altri sondaggi

 

Quaderno di matematica per
EUR 9,78 EUR 11,50
Generalmente spedito in 24 ore
Agenda dello studente: Agenda
EUR 7,27 EUR 7,27
Generalmente spedito in 24 ore
Guida all'Università. Anno
EUR 12,67 EUR 14,90
Generalmente spedito in 24 ore
Università futura. Tra democrazia
EUR 13,60 EUR 16,00
Generalmente spedito in 24 ore
Scrivere all'Università.
EUR 15,73 EUR 18,50
Generalmente spedito in 2 fino a 5 settimane
Storia moderna. Manuale per
EUR 22,95 EUR 27,00
Generalmente spedito in 24 ore
La chimica in sintesi. per
EUR 8,41 EUR 9,90
Generalmente spedito in 24 ore
Multimath. Matematica multimediale
EUR 27,50 EUR 35,95
Generalmente spedito in 24 ore
CONDIVIDI
Ermanno “scrip” Ferretti ha 38 anni, vive tra Roma e Vienna (nel senso che abita più o meno a metà strada tra le due) e di mestiere fa l’insegnante. Ha una moglie e quattro figli. Ama il primo Nanni Moretti, il primo De Gregori, i primi R.E.M., i primi Belle and Sebastian, i primi Baustelle e il primo Nick Hornby. Pensa che i geni, quindi, dovrebbero morire a 40 anni. Ovviamente non si considera un genio. Con Fazi Editore ha pubblicato, nel corso degli anni, due libri: Per chi suona la campanella e Storia semiseria e illustrata della filosofia occidentale.