Un bengalese trova un portafoglio con 2.000 euro e rifiuta la ricompensa

A volte i portafogli sfuggono dalle tasche dei pantaloni o delle giacche e così perdiamo i documenti, le carte di credito e i soldi in essi contenuti. Il guaio è tanto più grosso, anzi, tanti più sono i contanti. Per fortuna, in certe occasioni quei portafogli vengono trovati da persone oneste, come avvenuto a Roma con un ragazzo bengalese.

Il giovane ventitreenne asiatico ha infatti trovato per strada un portafoglio abbandonato ma carico di denaro. Oltre ai documenti, al bancomat e alle varie carte, dentro c’erano infatti più di 2.000 euro in contanti. Una cifra non indifferente per nessuno.

Un portafogli carico di soldi, come quello trovato dal bengalese a Roma
Invece di intascarsi i soldi, il ragazzo si è però recato nella più vicina caserma dei Carabinieri, quella di Roma Macao, per consegnare quanto trovato in via Nazionale. Grazie ai documenti, i militari sono riusciti a contattare il proprietario e ad organizzare la restituzione.

Quando l’uomo – un professionista romano – si è recato in caserma ha anche potuto incontrare il ragazzo bengalese. Dopo averlo ampiamente ringraziato gli ha anche offerto una ricompensa economica per manifestargli la sua gratitudine, ma il ragazzo ha prontamente rifiutato.

In Italia ci sono più di 130.000 bengalesi, che hanno cominciato ad arrivare nel nostro paese già negli anni ’80. Le comunità più grosse sono concentrate in Veneto, Lombardia e appunto nel Lazio e in particolare a Roma.