Un gufo è caduto in un pozzo di petrolio, ma ecco come l’hanno ripulito

Purtroppo siamo abituati a vedere di tanto in tanto, nei telegiornali, uccelli le cui ali sono macchiate di petrolio. Capita quando una petroliera perde il suo carico, causando un disastro ambientale, o quando viene addirittura attaccata o danneggiata. È invece molto più raro che a macchiarsi con quel liquido oleoso sia un uccello che vive ben lontano dall’Oceano come il gufo.

Eppure anche questo può accadere, come dimostra la notizia che ci giunge da Ventura County, in California. Non è chiaro in quale modo, ma un gufo, lì, è finito dentro a un pozzo petrolifero, uscendone ovviamente con le penne che grondavano liquido e in grossa difficoltà, quasi del tutto impossibilitato a volare.

A quel punto, come si vede anche nel video qui sopra, sono intervenuti per fortuna i dipendenti del Santa Barbara Wildlife Care Network. Gli addetti sono riusciti a catturare momentaneamente l’animale e a portarlo nel loro centro per sottoporlo a un trattamento di pulizia.

Tramite più lavaggi da una vasca all’altra, sono infine riusciti a togliere le sostanze depositate sulle piume. Operazione comunque non certo semplice, soprattutto se si considera che il gufo è dotato di possenti artigli che possono ferire chi si trova a maneggiarlo.

Dopo le operazioni del Wildlife Care Network il gufo è stato mandato all’International Bird Rescue, un’associazione di volontariato californiana che si occupa proprio della salvaguardia degli uccelli, che ha completato ulteriori operazioni di lavaggio e pulizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here