Volo sperimentale da New York a Sydney: quasi 20 ore senza scalo

Gli arei ci portano ormai abitualmente dall’altra parte del mondo, ma hanno ancora alcuni limiti. Ad esempio, finora non era possibile andare da New York a Sydney con un volo diretto: per via della lunga distanza c’era infatti bisogno di uno scalo. Questo problema potrebbe però presto essere risolto, come ha dimostrato, domenica, un volo sperimentale durato quasi 20 ore.

Dall’aeroporto John Fitzgerald Kennedy di New York, il 18 ottobre, è infatti partito un volo speciale della Qantas, il Qantas 787, diretto verso l’Australia senza scalo. È arrivato a Sydney alle 7:42 del mattino di domenica 20 ottobre, dopo un viaggio di 19 ore e 16 minuti, record per un aereo con passeggeri.

La Qantas ha fatto un volo sperimentale da New York a Sydney senza scalo
Finora il volo di linea che copre il maggior numero di chilometri al mondo è stato quello della Singapore Airlines da Newark a Singapore, che viaggia per 18 ore e 45 minuti e copre 15.262 chilometri. Quello della Qantas, che potrebbe prendere il via in maniera ufficiale nel 2022, dura appena mezz’ora in più ma percorre 1.000 chilometri in più.

Certo, questo volo sperimentale era particolare: a bordo c’erano solo 49 persone tra equipaggio, medici e giornalisti; inoltre non erano presenti bagagli. Ad ogni modo l’esito del test è stato giudicato positivamente. L’unico problema non è stato tecnico, quanto di tenuta dei passeggeri.

All’arrivo alcuni si sono lamentati, infatti, di un pesante jet lag. Tutti i passeggeri erano comunque monitorati con appositi macchinari e sono stati obbligati a fare alcuni esercizi di stretching durante il viaggio. I dati medici verranno ora valutati dagli esperti, mentre altri test seguiranno nei prossimi mesi.